Casting for Recovery

calendar_today10 novembre 2017

Un progetto innovativo, la pesca a mosca come sussidio alle tecniche fiosioterapiche nelle pazienti mastectomizzate per tumore al seno.
La Pesca a Mosca come terapia per il corpo e per la mente: nasce Casting for Recovery Italia.
Il C.I.P.M. - Club Italiano Pescatori a Mosca, l'APR - Alleanza Pescatori Ricreativi e Fishing Ladies, presentano alla Fiera di Forlì il progetto statunitense Casting for Recovery a supporto delle donne operate di cancro al seno.
Nonostante i progressi ottenuti in termini di conoscenze mediche e prevenzione, il cancro al seno è ancora oggi la prima cause di morte per patologia oncologica nelle donne europee. In Italia sono circa 37.000 i nuovi casi registrati ogni anno; la malattia colpisce una donna ogni dieci, rappresentando il 25% di tutti i tumori.
La missione di Casting for Recovery è quella di migliorare la qualità della vita delle donne con cancro al seno attraverso un programma che unisce educazione sulla malattia e sostegno tra pari attraverso lo sport terapeutico della pesca a mosca.
Nata 20 anni fa negli Stati Uniti, diffusa in Canada, Regno Unito, Irlanda, Nuova Zelanda e Australia, Casting for Recovery è una Organizzazione non lucrativa Governativa che supporta gratuitamente le donne nel loro percorso riabilitativo attraverso attività all’aria aperta ed insegnando la tecnica della pesca con la mosca artificiale.
L’intento del programma è di aiutare le donne a superare il trauma della diagnosi e la sofferenza del trattamento chirurgico della malattia, per andare avanti in un momento di grande dolore, sofferenza e difficoltà sia fisica che emotiva.

Il Club Italiano Pescatori a Mosca ha salutato con grande entusiasmo l’idea.
Ma in pratica, come può la pesca a mosca avere un impatto positivo sulle donne
in un momento così delicato e particolare della loro vita?
L'iniziativa si evolve con l'organizzazione di eventi specifici legati alla disciplina della pesca a mosca con la partecipazione di gruppi professionali eterogenei, con l'intenzione di far interagire professionisti di vari settori con presupposti ideologicamente condivisi, ossia di integrare alle metodiche convenzionali, un "processo riabilitativo" innovativo, inconsueto e straordinario.
Le donne scelte ai fini dello svolgimento del progetto saranno seguite con attenzione da Tecnici sportivi (istruttori) di pesca a mosca riconosciuti in ambito nazionale, da personale sanitario (medico, tecnico della riabilitazione, fisioterapista, psicologo ecc.) in un alternarsi di momenti di istruzione alla tecnica di pesca, terapia medica e psicologica di supporto.
Il contesto in cui si svolgono i ritiri, luoghi seducenti in mezzo alla natura, sono parte imprescindibile della terapia: il movimento armonioso del braccio nel lancio tecnico della disciplina della pesca mosca aiuta il recupero post operatorio della struttura muscolo scheletrica coinvolta nell’intervento chirurgico, mentre la possibilità di avere spazio e tempo per sé è un valore aggiunto inestimabile ai fini della ripresa fisica e mentale.
I benefici derivano da più fattori: la condivisione, il supporto psicologico, l'attività piacevole all'aria aperta, la possibilità di "staccare la spina" per alcuni giorni concentrando la propria attenzione su qualcosa di coinvolgente e diverso dalla malattia: quando la mente è occupata in una nuova sfida non c'è spazio per altri pensieri.
Ora che la sede Americana ha dato il nulla osta alla nascita ed al riconoscimento del Casting for Recovery Italia, gli organizzatori della nuova istituzione Nazionale, potranno finalmente dare il via a quanto, insieme e con orgoglio, si sono prefissati.

Mobirise
Indirizzo

Via Punta di Ferro, 2
47122 Forlì
P.IVA/C.F. 02377040403 

Contatti

Email: commerciale@fieraforli.it                     
Telefono: Tel. +39 0543 1991928